Rapa: il sistema immunitario si alza!


La salute inizia dal “nutrimento” che scegliamo ogni giorno, il cibo  ci alimenta e ci da forza, salute e benessere. Ogni monografia potrebbe essere uno spunto per consumare prodotti vegetali della stagione: eccedere in ognuno di questi può creare problemi al metabolismo; nulla è esclusivo nella salute, la giusta armonia va utilizzata anche in cucina.

In collaborazione con operatori della zona nella quale vivo, questo articolo è il primo che si occuperà di alimenti vegetali, spero che, anche grazie ai vostri commenti e richieste, ne possano arrivare molti altri.

Scheda botanica della Brassica rapa L.

Le rape, appartenendo alla famiglia delle Crucifere o Brassicacee sono alimenti ricchi di vitamine, in particolare di vitamina A e β-carotene, vitamina C, vitamine del gruppo B e Acido Folico. In particolare, per quanto riguarda la vitamina C pare che ne contengano molto più che le arance.

Sono ricche inoltre di sali minerali come fosforo, calcio (le crucifere ne sono la principale fonte di origine vegetale), ferro utile nell’anemia e potassio utile nel controllo della pressione sanguigna.

fotosintesi-clorofillianaSono ricche di clorofilla che aiuta la produzione di emoglobina contrastando l’anemia, mucillagini e fibre utili a livello intestinale nelle infiammazioni e fitonutrienti particolari che non sono presenti in nessun altro alimento come i composti fenolici denominati tiocianati cui sono state attribuite proprietà antitumorali (cancro al seno, polmoni e stomaco).

Studi hanno dimostrato l’efficacia di queste molecole nel contrastare la proliferazione e il diffondersi delle cellule cancerose.

100 gr di rape hanno circa il 90% di acqua, mentre il resto è suddiviso tra glucidi, proteine e sali minerali per tale motivo, sono alimenti ipocalorici (circa 20 Kcal ogni 100g) e perciò adatti a tutti coloro che vogliono seguire un corretto stile di vita.

Non contenendo glutine sono adatte all’alimentazione dei pazienti che soffrono di celiachia.

Proprietà tavola_periodica_zolfo

  • proprietà disintossicanti poiché ricchi di zolfo, minerale utilizzato nella medicina naturale per la sua profonda azione detossificante;
  • proprietà antiossidanti grazie alla ricchezza di flavonoidi come la quercitina. Questi composti hanno un ruolo importante nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Studi riportano anche un importante ruolo nella lotta contro il cancro agendo con un meccanismo simile alla vitamina C;
  • proprietà antinfiammatorie utili per ascessi, faringiti, cistiti e, grazie alla presenza di gerfarnato utile a rinforzare la mucosa dello stomaco e a proteggerla dagli acidi;
  • azione riequilibrante nei confronti di dolori mestruali;
  • esplicano un potere di prevenzione e di attenuazione del rischio cancerogeno grazie al processo di ossido-riduzione dei radicali liberi attuato dalla notevole quantità di sostanze fitochimiche presenti.   Oltre a ridurre le probabilità di contrarre alcuni tipi di tumore, si è visto che i composti presenti nelle crucifere hanno altre proprietà utili alla nostra salute come neutralizzare le tossine, abbassare il livello di colesterolo e contribuire al buon funzionamento del sistema immunitario.

(fonte cure-naturali.it)

barbabietola-rossa-tagliataBambini, sportivi e rape

Il succo centrifugato di rapa rossa ha proprietà molto interessanti e gli effetti benefici sono stati documentati in letteratura per vari sport tra cui ciclismo, il nuoto e gli sport che richiedono tantissima dispersione energetica.

L’integrazione con succo di barbabietola: questo benefico effetto è il risultato di una riduzione del costo energetico aerobico e l’aumento del carico di lavoro a soglia anaerobica.

Articolo scientifico che parla della barbabietola e lo sport

Cucina vellutata-zucca-e-rape

Si possono utilizzare crude grattugiate oppure si può preparare una zuppa di rape o ancora aggiungerne almeno 3 per ogni minestrone che si prepara.

Si uniscono bene con: zucca, sedano, radici amare, carote, porri, cipolle e aglio. Evitare le patate che creano gonfiore e sono troppo ricche di amidi. Chi lo gradisce può unire anche un pochino di radice di zenzero.

Vellutata di zucca mantovana e rape bianche

Controindicazioni e attenzione agli eccessi!

La parte utilizzata è la radice che, crescendo sottoterra, assorbe direttamente lo iodio e l’azoto del terreno e quindi pur conservando le indicazioni terapeutico-nutrizionali delle altre componenti della famiglia, richiede attenzione nell’uso in soggetti con problemi cardiaci e/o renali a causa della grande presenza di alcuni sali minerali. E’ sufficiente non eccedere nel consumo.

C’è comunque da ricordare che i tiocianati (inibiscono la captazione dello iodio) hanno tuttavia anche effetti negativi secondari poiché se consumati in eccesso e per lunghi periodi possono rallentare il metabolismo giacché inibiscono la secrezione dell’ormone tiroideo tiroxina e si legano allo iodio rendendolo meno disponibile. Possono, inoltre, aumentare i gonfiori addominali e portare a diarrea e flatulenza nei soggetti predisposti.

Ricordate sempre che ogni alimento può essere portatore di buon cibo alle nostre cellule, gli eccessi creano sempre problemi al metabolismo, ma inserire la Rapa nell’alimentazione è utile e salvifico, ma pensare che sia la panacea della vita è da sciocchi!

 

Ivana Baffi Naturopata in collaborazione con

Frutta e verdura F.lli Negroni – Gromo