Archivi categoria: Botanica

s. f. [dall’agg. botanico; cfr. gr. βοτανική (τέχνη)]. – Ramo della biologia che ha per oggetto lo studio degli organismi vegetali dal punto di vista morfologico, fisiologico, sistematico: b. pura (o teorica), b. applicata (distinta in b. agraria, orticola, medica, industriale, ecc.); b. generale, b. speciale. Anche come materia d’insegnamento, universitario o medio: cattedra di b.; insegnare, studiare la b.; dare l’esame di b.; testo di botanica. (fonte Treccani)

Asparago, la gemma che annuncia la primavera


In botanica il turione è la definizione della gemma cilindrica, emessa dalla radice di piante erbacee o da tuberi o da rizomi e ha origine nel termine francese turion (1554).

Il turione è la parte edule dell’Asparagus officinalis, quindi la parte commestibile della pianta.

Quando la primavera giunge, gli asparagi arrivano sulle nostre tavole, vediamo come possono aiutare il nostro benessere.

Continua a leggere Asparago, la gemma che annuncia la primavera

Melissa, il profumo della dea delle Api


L’Epifania è una apertura a ciò che verrà, è la semina di ciò che avrà luce tra qualche tempo. Per meglio prepararsi al divenire ho scelto Melissa, come pianta che drena Reni e Fegato e permette ad entrambi i meridiani di riconnettersi con la possibilità di far defluire ciò che rende buio i nostri umori, intesi come caratteristiche dell’antica medicina greca. Continua a leggere Melissa, il profumo della dea delle Api

Ginepro, Inverno e il ritorno della Luce


Etimologia

Il nome del Ginepro deriverebbe dal celtico gen – cespuglio e prus – aspro, che esprimerebbe l’asprezza dei frutti e il contatto con la pianta. In greco era detto arkeuthos, dal verbo arkéo, allontanare, respingere un pericolo. Questa definizione ci ricorda la sua funzione di protettore in grado di scacciare con i suoi rami spinosi non soltanto i miasmi delle malattie, ma anche gli spiriti maligni. Nel ‘900, nelle campagne emiliane, si usava bruciare un ramo di ginepro la sera di Natale, di San Silvestro e dell’Epifania. Il suo carbone, come quello del ceppo, veniva poi impiegato durante l’anno in tanti rimedi superstiziosi.

Simbologia e tradizioni del Solstizio invernale Continua a leggere Ginepro, Inverno e il ritorno della Luce

Ginepro, Pino e Melissa: il coraggio del Leone per il Meridiano del Rene


Il freddo che si avvicina, in questa stagione, fa tremare come la paura che ha sede nel Rene come organo. Possiamo smettere di tremare e comprendere che il rovescio della medaglia è un coraggio da leoni? Forse sì, ne parliamo in questo articolo. Continua a leggere Ginepro, Pino e Melissa: il coraggio del Leone per il Meridiano del Rene

L’Albatro o Corbezzolo, l’Ericacea dell’autunno


Immagine da Io Donna del Corriere della Sera del 15 ottobre 2016
Immagine da Io Donna del Corriere della Sera del 15 ottobre 2016

Il corbezzolo, chiamato anche albatro, è un cespuglio o un piccolo albero appartenente alla famiglia delle Ericaceae, diffuso nei paesi del Mediterraneo occidentale e nelle coste meridionali d’Irlanda. Continua a leggere L’Albatro o Corbezzolo, l’Ericacea dell’autunno

Arancio amaro e Rosmarino, gli stimolatori del Meridiano del Cuore


Il Sole dell’Arancio amaro e del Rosmarino indica da subito il luogo dove agiscono e interagiscono al meglio: il Cuore, inteso sia come organo sia come meridiano. Continua a leggere Arancio amaro e Rosmarino, gli stimolatori del Meridiano del Cuore

L’amuleto solstiziale dell’inverno: Agrifoglio


Ilex aquifolium bacche
Ilex aquifolium L.

Etimologia

Il nome del genere ripete la denominazione di specie del leccio Quercus ilex L., a indicare una somiglianza della forma delle foglie in entrambe le piante; dal latino il nome specifico aquifolium = acus-acutus = ago acuto + folia = foglia a indicare le foglie appuntite e spinescenti. Continua a leggere L’amuleto solstiziale dell’inverno: Agrifoglio