Archivi tag: Venere

Asparago, la gemma che annuncia la primavera


In botanica il turione è la definizione della gemma cilindrica, emessa dalla radice di piante erbacee o da tuberi o da rizomi e ha origine nel termine francese turion (1554).

Il turione è la parte edule dell’Asparagus officinalis, quindi la parte commestibile della pianta.

Quando la primavera giunge, gli asparagi arrivano sulle nostre tavole, vediamo come possono aiutare il nostro benessere.

Continua a leggere Asparago, la gemma che annuncia la primavera

Giove, Venere e Luna la danza della femminilità nel Cielo


giovevenereluna
Giove, Venere e Luna il 7 novembre 2015

Giove, Venere e Luna il 7 novembre 2015 

formano un bellissimo triangolo in cielo

Continua a leggere Giove, Venere e Luna la danza della femminilità nel Cielo

Rosa Canina, le bacche di Giuda al comando di Reni e Cuore


Rosa Canina, le bacche di Giuda al comando di Reni e Cuore

Rosa canina fiori
Rosa canina fiori

La Rosa Canina (rosa selvatica o di macchia) è la più comune delle nostre rose selvatiche. Cinorridi si chiamano i frutti rossi e lucenti delle rose.

In erboristeria essi hanno l’antico nome di Fructus Cynosbati (da kion = cane e batos = spino). La parte rossa dei cinorrodi è il ricettacolo che è diventato carnoso. Sezionando il cinorrodo si trovano internamente i semi, Semen Cynosbati, che trovano impiego come tisana familiare con blando effetto diuretico. E tra i semi si vedono anche dei peli bianchi. Anche essi hanno un impiego, anche se non medicinale: essi forniscono la polverina pruriginosa, che si usa negli scherzi di carnevale.

Le sue proprietà sono astringenti, vitaminizzanti, toniche, anti-infiammatorie, anti-allergiche e diuretiche. E’ il rimedio delle infiammazioni recidivanti localizzate.
Continua a leggere Rosa Canina, le bacche di Giuda al comando di Reni e Cuore

Frassino, l’Albero cosmico simbolo della mediazione tra il cielo e la terra


Fraxinus_excelsior_'Aurea_pendula'_JPGI vecchi e grandi frassini solitari sono sempre stati per i popoli centro europei il simbolo della mediazione tra il cielo e la terra.

Questo albero, il cui legno non possiede nodi, è stato il simbolo naturale della vera grandezza che si innalza nobilmente verso il cielo. Il suo legno veniva adoperato negli antichi riti popolari per accendere il fuoco propiziatorio del nuovo anno e favorire l’arrivo della piogge primaverili per risvegliare le altre piante ancora intorpidite dal sonno invernale. Continua a leggere Frassino, l’Albero cosmico simbolo della mediazione tra il cielo e la terra

Dipendenza, Indipendenza / Aromaterapia e Spagyria


Ho bisogno di te, quante volte abbiamo sentito questa affermazione con un bel “Ti amo” al seguito?

Il bisogno nasce dalla pretesa che gli altri ci diano emozioni positive, siano felicità, amore, soddisfazione, sicurezza, importanza, rispetto, accettazione o stima. 

Con una Rosa

Continua a leggere Dipendenza, Indipendenza / Aromaterapia e Spagyria

Tiglio, il profumo dell’estate. La ninfa Filira e la femminilità


Filira

Il tiglio nella mitologia: Filira, la ninfa figlia di Oceano e Teti

Filira in greco è il sinonimo di Tiglio. Un mito greco racconta che la ninfa Filira, figlia di Oceano, viveva nell’isola del Ponto Eusino. Un giorno Crono si unì a lei ma, sorpreso dalla moglie Rea, si trasformò in uno stallone allontanandosi al galoppo. Quando Filira ebbe partorito, si accorse che il divino neonato, Chirone, era un mostro mezzo uomo e mezzo cavallo. Ne provò una tale vergogna che chiese al padre di essere mutata nell’albero che da allora portò in greco il suo nome. I Greci crearono il mito di Filira perché questa pianta ha sempre evocato con il suo aspetto e profumo la femminilità, tant’è vero che i Greci la consideravano sacra ad Afrodite.

Nella leggenda di Filemone e Bauci, il marito si trasforma in quercia, tipico albero maschile, mentre la moglie diventa un dolce tiglio. Forse in ricordo di quella delicata storia d’amore e di venerazione per gli dei, il fiore del tiglio è diventato il simbolo dell’amore coniugale.

Continua a leggere Tiglio, il profumo dell’estate. La ninfa Filira e la femminilità

La Spagyria: i Geni Planetari (3)


Spagyria

I Geni Planetari vs Sistema Endocrino

Gli antichi egizi hanno individuato nei 7 Geni Planetari che rappresentano la Sequenza Caldaica, la corrispondenza della Tradizione negli Archetipi.

I Pianeti che si vedono a occhio nudo, ancora oggi, sono in correlazione analogica con le ghiandole endocrine del corpo umano, e, tranne una differenza, anche con i centri energetici chiamati Chakra.

Continua a leggere La Spagyria: i Geni Planetari (3)